Torna a Eventi FPA

I webinar in programma

Torna alla home

  da 12:00 a 13:00

Rigenerazione urbana a Palermo. La gestione degli spazi della cultura. [ webinar_Partecipattivi_1402 ]

La partecipazione al webinar è libera, è necessario iscriversi a QUESTO LINK

Tra assegnazione e investimento privato, quale terza via? Quali opportunità può prospettare il percorso di redazione di un Regolamento per l’amministrazione condivisa dei Beni Comuni avviato dal Comune di Palermo in collaborazione con Labsus? In che modo l’uso/riuso temporaneo di un bene può incidere sull’uso sociale degli spazi pubblici innescando un processo di rigenerazione (umana, ancor prima che urbana) attraverso l’attività culturale nell’ambito di un processo di trasformazione pianificato e protratto nel tempo? Gli operatori culturali possono attivare delle forme di economia sugli spazi pubblici da essi gestiti? 

Mercoledì 14 febbraio saranno presentati i risultati del secondo forum on line del Progetto [email protected], iniziativa di democrazia partecipativa promossa dal Comune di Palermo, in collaborazione con FPA, NeXt – Nuove Energie per il Territorio, Clac, Lattanzio Group, Centro Studi Opera Don Calabria. Attivo per 30 giorni, il forum riguardante pratiche di rigenerazione urbana per il potenziamento dell'offerta culturale è stato terreno fertile per la collezione di istanze e proposte della cittadinanza palermitana. Il forum “Potenziamento dell'offerta culturale” ha toccato i seguenti temi principali:

            Strumenti normativi per la cura dei beni comuni urbani

            Disponibilità dei dati sugli spazi di proprietà comunale

            Partnership pubblico-privata per la gestione degli spazi

            Strumenti di comunicazione per l'interazione fra cittadini e le istituzioni

Per saperne di più sul progetto, vai sul sito di [email protected]!

La partecipazione al webinar è libera, è necessario iscriversi a QUESTO LINK

 

Programma dei lavori

Intervengono

Stagno
Giovanna Stagno Responsabile RAF (Ricerca, Advisory e Formazione) - FPA Biografia

Esperta in comunicazione pubblica e istituzionale, per FPA si occupa del Project Management di progetti di comunicazione integrata, formazione e advisory della PA sui temi dell’Open Government, Open Data, Partecipazione, ecc… Tra i più recenti il Progetto [email protected] per il Comune di Palermo, il Progetto Open Data Lazio della Regione Lazio, la Campagna di comunicazione istituzionale per il Censimento dell’Industria e dei Servizi di ISTAT, il Progetto S.P.E.SLab per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Progetto “MiglioraPA. La customer satisfaction per la qualità dei servizi pubblici” della Funzione Pubblica. 

Chiudi

Mandalari
Valentina Mandalari Architetto, Consiglio Direttivo - Ecomuseo Urbano Mare Memoria Viva Biografia

Svolge gli studi universitari tra Palermo e Barcellona, con una formazione ibrida tra Architettura e Discipline storico-artistiche. Laureatasi nel 2010 presso la Facoltà di Architettura di Palermo, si occupa di mappature narrative e progetti di ricerca su esperienze di partecipazione, cittadinanza attiva e collaborative urbanism sparse sul territorio italiano.

Ha lavorato a Parigi, Lisbona, Palermo, Nairobi, Helsinki, Lione e Tangeri, esplorando attraverso installazioni temporanee e progetti di cooperazione le dinamiche di rigenerazione degli spazi pubblici ed i processi di integrazione socio-culturali ad esse connessi. I suoi interessi di ricerca vertono su agenti e azioni non istituzionali di trasformazione della città e su come progetti culturali ed esperienze insorgenti di attivazione e appropriazione dello spazio pubblico possano cambiarne la percezione e la narrativa.

Chiudi

Lisciandrello
Giorgio Lisciandrello Presidente - Associazione Culturale SudTitles Biografia

Laureato al D.A.M.S. di Palermo, ha lavorato negli ultimi dieci anni nell’organizzazione di eventi culturali sia nel ruolo di programmatore artistico che di organizzatore. Nel 2009 ha realizzato e curato la direzione artistica per la rassegna dal titolo “Il ruolo della donna nel cinema italiano” presso Il Consolato Italiano di Montevideo in Uruguay. Dal 2013 fa parte della squadra di lavoro del Sicilia Queer filmfest, dal 2014 vi lavora come programmer. Ha lavorato come produttore esecutivo per il film “A noi ci dicono” della regista Ludovica Tortora De Falco finanziato all’interno dell’APQ 2012 della Regione Siciliana. È stato uno dei fondatori del festival d’animazione “Animaphix” di Bagheria con il quale collabora nel ruolo di programmer e responsabile organizzativo. È attualmente presidente dell’associazione culturale SudTitles con la quale organizza ESCO – allo scoperto, la rassegna di cinema all’aperto che si svolge a Palermo da tre anni presso il Complesso di Santa Maria dello Spasimo.

Chiudi

Nuzzo
Federico Nuzzo Presidente - The Factory - PYC Palermo Youth Centre Biografia

Sono nato 30 anni fa in una famiglia numerosa. Sono Avvocato e vivo con Sabrina e Togo, il mio cane nero. Amo Palermo (e il Palermo Calcio), il mio lavoro e la Politica (con la P maiuscola), oltre ovviamente alla mia compagna e al mio cagnolino. Dopo la militanza nell'associazionismo universitario, che mi ha consentito di essere nominato Presidente del Consiglio degli studenti dell'università di Palermo, ho avuto l'onore di fondare e presiedere il PYC - Palermo Youth Centre - il primo centro giovanile Palermitano. Questa realtà raccoglie al suo interno giovani, associazioni e gruppi informali,con lo scopo di offrire ai ragazzi palermitano luoghi e occasioni per accrescere la cultura, la partecipazione, la socialità. Oggi dopo 4 anni di esistenza, possiamo contare su due sede (via de Spuches e Villa Trabia) frutto dell'impegno e della progettazione. Contiamo più di 3000 soci, e possiamo considerarci una delle realtà più rappresentative del mondo giovanile nel sud Italia. Spesso abbiamo concentrato le nostre energie sulla tutela e riqualificazione dei beni comuni:il nostro progetto ambizioso ci ha permesso di ripristinare un luogo abbandonato all'interno di villa Trabia; questo luogo oggi è la nostra seconda sede che ospita corsi, laboratori, eventi culturali, e rappresenta il centro propulsore delle nostre attività ecologiche e di cittadinanza attiva.   

Chiudi

Tuttolomondo
Luisa Tuttolomondo Esperto - Urbact III - Interactive Cities Biografia

Sociologa ed esperta di processi partecipativi. Ha cominciato la sua formazione a Palermo dove ha studiato comunicazione e proseguito a Modena dove si è laureata in Progettazione e gestione di attività culturali con una tesi sulla promozione della partecipazione tra gli adolescenti in Palestina. Ha un dottorato in Pianificazione territoriale e Politiche pubbliche del Territorio presso l’Università Iuav di Venezia nell’ambito del quale ha approfondito il tema dell’impatto dei processi partecipativi sulle politiche urbane. Socia fondatrice di Sguardi Urbani, lavora come professionista freelance nell’ambito della ricerca sociale, valutazione di politiche e processi partecipativi svolgendo incarichi di consulenza sia per la pubblica amministrazione che per organizzazioni del terzo settore.

Chiudi

Kantos
Andrea Kantos Presidente - Dimora Oz Biografia

Artista, creativo, project manager, art director, curator, otium maker. Cofondatore di Dimora Oz, di cui è coordinatore, supervisore e responsabile per i progetti di arte contemporanea. “Non tutti gli artisti sono creativi, per fortuna non tutti i creativi sono artisti” - questa frase condensa un’idea di ricerca e processo transdisciplinare e transpersonale, articolata in progetti, collaborazioni, contesti e contributi molto sfumati e diversi. La ricerca culturale (artistica, filosofica, sociale) è connaturata da medium eterogenei, ma con una cifra stilistica che spesso rivela nel testo, nella prosa, nel gioco (Sprezzatura, Mot d’Esprit, Wit) e nei riferimenti letterari, un primo filo conduttore atipico per un artista visivo. Semionauta e infomane, si interessa all’Alter come un primo processo che vede l’individuo e il suo destino in una fitta rete di trame e frame, connessioni le cui derive e i principi sono assolutamente metafisici. “Ciò che abbiamo l’abitudine a chiamare “realtà” è un montaggio e ci si chiede se, quello in cui viviamo, sia l’unico possibile. A cominciare dallo stesso materiale (il quotidiano), si possono realizzare diverse realtà” Postproduction, Nicolas Bourriaud.

Dal 2004 al 2010 realizza Simulacri, disegni e testi sinestetici. Nel 2012 Per Macerie realizza il ciclo di Erra Et Elabora (Tesi N.1, Medusa/Mater, Chiesa del Giglio, 2013; Tesi N.2 San Sebastiano/Turkish Apocrypha, Palazzo Costantino di Napoli, 2014; Tesi N.3 Settima Persona, 2014), Frammenti, 2014, e il ciclo Pasta Reale (2015). Nel 2014 realizza Locus Amoenus, video/performance/installazione (Argimusco, Montalbano, Trasformatorio). Nell’ambito dei laboratori annuali di Dimora Oz realizza con Andrea Mineo ReMoto a Luogo, Osservazioni  (ORIGINI/Strutture, PaMaP Lab/Dimora Oz, 2015), cura Mr. Richichi A Criminal con un testo introduttivo Identity/Crime (ORIGINI/Strutture 2015). Nel 2015 inizia un ciclo sulla crisi: CRISIS; one Body e CRISIS Preproduction (UNICORN, Farm Cultural Park, 2015). Nel 2016 continua la sua ricerca col medium del testo, con MaGriffe (Fondazione Bartoli - 2016), A no(u)s A (giornata del libro), Dei Dispendium/Compendium (Bias, 2016), Thauma (Bias Preview 2018).

Chiudi

Torna alla home