Torna a Eventi FPA

I webinar in programma

Torna alla home

  da 12:00 a 13:00

Protocollo informatico: requisiti e casi studio [ webinar_intesys_22_11 ]

Qui di seguito la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

 

Ad ogni amministrazione la sfida della trasformazione digitale e dei servizi on-line ha richiesto di ripensare le procedure interne. Il protocollo informatico ha, di conseguenza, cambiato ruolo nella trasformazione dei processi, diventando parte di un sistema più articolato fatto di interoperabilità con altri applicativi, gestione di nuove tipologie di contenuti e armonizzazione delle procedure.  

La trasformazione digitale favorisce le interazioni con i cittadini e gli utenti esterni, ma anche le operazioni di back-office possono e devono beneficiare di questi principi che restituiscono efficienza e qualità del lavoro. Accanto a questo profilo prettamente manageriale, il protocollo si presenta come principale strumento di trasparenza dell’attività amministrativa. Ma quali sono gli elementi costitutivi del protocollo informatico che non devono mancare, per ottemperare a questo suo nuovo ruolo? Perché è indispensabile pensare anche le procedure di back office secondo i principi dello Human Centered Design?

Il webinar organizzato da FPA, in collaborazione con Intesys Openway, è stata l’occasione per analizzare le caratteristiche principali delle soluzioni da adottare attraverso degli esempi pratici. 

Per chi fosse interessato a valutare il grado di maturità del proprio sistema di protocollo informatico, a questo link è possibile - previa registrazione - scaricare il  Maturity Model Test, agile strumento di autovalutazione.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Intervengono

Gentili
AgID, Cad e Linee guida
Patrizia Gentili Responsabile Servizio documentale - AgID Biografia Vedi atti

Funzionario presso l’Agenzia per l’Italia digitale, si occupa, tra l’altro, di progetti di dematerializzazione per la Pubblica amministrazione. Ha lavorato fin dal 1999 presso l’allora Centro Tecnico della Rete unitaria nel settore di interoperabilità tra amministrazioni ed è stata in seguito responsabile dei progetti di integrazione applicativa fra i sistemi informativi delle amministrazioni e la rete degli Uffici di Gabinetto (G-Net). A partire dal 2004 ha curato per conto del CNIPA il monitoraggio della diffusione dei progetti di protocollo informatico e gestione documentale nell’ambito della Pubblica Amministrazione centrale. In tale ambito ha curato l’istruttoria tecnico-economica delle richieste di parere relativamente a tali progetti delle Pubbliche Amministrazioni centrali. Dal 2010 al 2016 ha svolto la propria attività lavorativa presso INPS con incarico di responsabile della pianificazione strategica e del governo economico finanziario del sistema ICT dell’Istituto.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

01_gentili_agid.pdf

Chiudi

Lavarra
Il documentale per l'Ente digitale
Alessandro Lavarra Area Commerciale e Consulting - Intesys Openway Biografia Vedi atti

Alessandro Lavarra, appassionato di digitalizzazione, da dieci anni si occupa di dematerializzazione di processi documentali in diversi contesti, dove ha maturato una precisa visione su come un'organizzazione dovrebbe pensare la propria politica di gestione dei contenuti e su quali principi si debba pianificarne l'implementazione.

Si occupa, in Intesys Openway, dello sviluppo del business partendo dall’analisi del mercato in generale e dei bisogni dei clienti per cui svolge anche attività di assesment e pianificazione degli interventi.

Promotore della gestione dei contenuti come elemento portante per poter cogliere i benefici della digitalizzazione e operare alla velocità impressa dalle interazioni elettroniche, dalla mobilità e dalle nuove dinamiche collaborative è anche attivo nella divulgazione della cultura digitale nella pubblica Amministrazione.

Chiudi

Stumbo
Dematerializzazione e riorganizzazione dei processi amministrativi. L’esperienza di LAZIOcrea
Maurizio Stumbo Direttore Direzione Sistemi Informativi - LAZIOcrea Spa Biografia Vedi atti

Esperto in Consulenza Direzionale e Tecnologica in ambito ICT, Maurizio Stumbo è  Direttore Sistemi Informativi di LAZIOcrea S.p.A., società In-House di Regione Lazio a totale partecipazione pubblica, che si occupa della Governance del Sistema Informativo Regionale e supporta la Regione Lazio nella definizione delle strategie di crescita digitale, progettando e realizzando le attività connesse all’agenda digitale regionale. Dal novembre 2017 è stato eletto membro del direttivo di Assinter –Associazione nazionale che riunisce le aziende di Regioni e Provincie Autonome che operano nel settore dell’informatica per la Pubblica Amministrazione.

Prima di diventare  CIO di LAZIOcrea (già LAit –Lazio Innovazione Tecnologica), dove è stato assunto nel 2006 ed ha ricoperto diversi ruoli di responsabilità aziendali, è stato Project & Program Manager per conto di importanti aziende ICT leader di mercato come Andersen Consulting (poi Accenture), dove dal 2000 al 2005 ha operato in ambito CHT (Communcation & High Tecnologies) in diversi progetti complessi di consulenza ICT per conto numerosi operatori Telco internazionali.

E’ stato cultore della materia di  Sistemi CRM  presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione de La Sapienza di Roma. Nato  nel 1973, è  laureato in Ingegneria Gestionale ed ha conseguito un master in “Economia e Management della Sanità”.

Chiudi

Atti di questo intervento

03_stumbo_laziocrea.pdf

Chiudi

Torna alla home